Truscello vince a sorpresa  sul bagnato il 2° Slalom di Castell’Umberto

Truscello vince a sorpresa sul bagnato il 2° Slalom di Castell’Umberto

Il driver messinese di Novara si è imposto con la Peugeot 106 di gruppo A con una guida molto proficua sull’asfalto scivoloso. Stessa vettura per Falsetti anche lui autore di una prestazione esaltante. Terzo Greco con la Radical SR4, difficile da gestire sull’acqua.

Vittoria con tanta emozione per Alessio Truscello su Peugeot 106 gruppo A 1400 alla seconda edizione dello Slalom di Castell’Umberto. Sul podio tutto messinese Enrico  Falsetti alfiere della Nebrosport di San piero Patti  anche lui su una Peugeot 104 di gruppo A e da Torregrotta Giovanni Greco con la Radical SR4 1600.

Come era ipotizzabile è stata la pioggia una delle protagoniste assolute della manifestazione nebroidea. Sin dal pomeriggio delle verifiche le condizioni climatiche facevano presagire una gara bagnata e così è stato sin dalla partenza della prima manche. E’ andato comunque tutto per  il meglio grazie all’ efficientissima organizzazione dell’ associazione Passione & Sport, si è  potuta terminare  con successo e senza alcun problema la manifestazione. Bravi e coraggiosi tutti i partecipanti che pur consapevoli delle difficoltà di aderenza hanno voluto essere protagonisti fino alla fine.

All’arrivo un emozionatissimo Truscello ha dichiarato: “è una sensazione incredibile riuscire a vincere con una vettura di piccola cilindrata. E’ andata come speravo, ho attaccato nel momento che non pioveva e sono riuscito usare tutto il potenziale  delle gomme da bagnato”

Evidente anche la soddisfazione del secondo classificato Falsetti che ha dichiarato.” E’ stato un bel duello, sin dalla prima manche eravamo molto vicini poi la seconda era impossibile calare il tempo, nella terza ci ho provato è sono riuscito ad agguantare questo risultato per me esaltante.

Gara coraggiosa quella di Giovanni Greco che non ha preso il via alla seconda manche, forte del miglior tempo della prima e ha provato a rintuzzare l’assalto degli avversari nella terza.

Ho provato – ha dichiarato- Greco a migliorarmi nell’ultima salita, ma pochi attimi prima dello start a ripreso a piovere.

Quarto e quinto classificati due driver della vicina Sinagra: il giovane Matteo Salpietro e l’esperto Mario Radici. Due generazioni a confronto, Salpietro con la Citroen Saxò Vts di Gruppo A 1600 e Mario Radici con la Renault Clio Williams di Gr N, (a lui il successo di Gruppo).

Sesta piazza per Giuseppe Messina, secondo di gruppo N e vincitore di classe 1400 con la Peugeot 106.

Settimo il rallysta della scuderia Phoenix Domenico Gangemi con la Peugeot 208  VTI 1600. Ottavo e vincitore di Gruppo S, Marco QUartararo con la Autobianchi A112 della Puntese Corse.

Bellissimo il debutto di Giuseppe Radici, che con la Peugeot 106 ha vinto la classe  N1600 ed è stato primo della Under 23.

Ha chiuso la Top Ten il  migliore dei piloti locali, Sebastiano Agostino Ninone con la Peugeot 106 Gruppo A1600.

Per quanto riguarda gli altri gruppi: Giuseppe Barillà con la Peugeot 106 ha vinto in E1 Italia, Santo Foti con la A 112  il Gruppo Pin assolo, come Paolo Nicolosi la Fiat 126 tra le bicilindriche.

Andrea Russo esu Peugeot 106 e Alessio Pandolfino su Peugeot 206 sono stati i migliori rispettivamente nella Racing Start e nella RS Plus. Tra le scuderie la TM Racing ha preceduto la Nebrosport e la Nebrodi Racing.

Prossimo appuntamento con l’organizzazione di Passione & Sport, la cronoscalata Linguaglossa- Piano Provenzana in programma dal 27 al 29 Agosto.

CLASSIFICA 2° SLALOM DI CASTELL’UMBERTO

1 A. Truscello (Peugeot 106)136,06; 2 E. Falsetti (Peugeot 104) 138,67; 3 G. Greco (Radical Sr4) 139,66; 4 M. Salpietro (Citroen Saxò Vts) 140,44; 5 Mario Radici(Renault Cilo W) 142,12

Il meteo arbitro del 2° Slalom di Castell’Umberto

Il meteo arbitro del 2° Slalom di Castell’Umberto

Saranno in 65 a sfidarsi sui Nebrodi domani a partire dalle ore 9.00 per la gara messinese valida come undicesima prova del Campionato Siciliano. Le mutevoli condizioni meteorologiche  protagoniste della vigilia nelle parole dei principali protagonisti.

Niente favoriti, anzi tutti favoriti per il 2°  Slalom di Castell’Umberto. Se nelle corse automobilistiche è fuor di luogo lanciarsi in previsioni, in una situazione di variabilità meteo quale è quella odierna, risulta addirittura impossibile. E’ così che i sessantacinque driver che si sono presentati alle verifiche  tecniche hanno tutti, o quasi, le carte in regola per poter ottenere un risultato clamoroso. Non sarebbe la prima volta infatti che una vettura di minor potenza possa inserirsi nelle posizioni di vertice, in conseguenza del livellamento delle prestazioni. Alto agonismo assicurato quindi per la gara che rappresenta l’undicesima  prova di Campionato Regionale con validità anche per il Sociale dell’ Automobile Club Messina.

I piloti dal canto loro hanno confermato l’imprevedibilità del risultato, ma sono pronti a sfidarsi in qualsiasi condizione nell’ambito ovviamente della sicurezza.

Uno dei big, il messinese Giovanni Greco ha così commentato:  “spero di poter gestire al meglio la mia gara con la Radical Sr4 1600, con la quale rientro dopo un anno in cui ho corso il Tricolore con la Fiat 500. Per me che dispongo di un mezzo da assoluto, l’avversario numero è il meteo, ma siamo pronti anche a questo.

Mira in alto un altro dei sicuri protagonisti, Alfredo Giamboi che con la Fiat X 1/9 a Torregrotta qualche anno fa vinse in una situazione simile: “ Noi puntiamo sempre al massimo – ha commentato  il capostipite della famiglia Giamboi che oggi vede in gara oltre la figlia anche tanti “parenti”- in effetti a me è già capitato di cogliere il successo in condizioni di variabilità, ma è davvero una lotteria, potrebbe succedere a chiunque sia in grado di sfruttare la situazione vantaggiosa qualora si presentasse.

Il direttore di gara Michele Vecchio, a sua volta, ha sottolineato con determinazione la professionalità di tutto lo staff e si è detto pronto ad affrontare qualsiasi evenienza: “mi avvalgo di gruppo di collaboratori molto professionale, sono convinto che potremo garantire lo svolgimento della manifestazione in tutta sicurezza. Sotto il profilo agonistico l’equilibrio garantirà ancora più spettacolo. Mi spiace che ancora una volta non è prevista la presenza del  pubblico, ma la manifestazione potrà essere seguita social dell’organizzazione.

Domani alle 9.00 il via delle prima delle tre manche di gara,al meglio delle quali sarà stilata la classifica.

Attesa avvincente per il  2° Slalom di Castell’Umberto

Attesa avvincente per il 2° Slalom di Castell’Umberto

Pronostici impossibili per la gara messinese che sarà undicesima prova del Campionato Siciliano e avrà validità per il Campionato sociale dell’ AC Messina. Vecchio: siamo pronti a qualsiasi eventualità

Si preannuncia molto “imprevedibile” la seconda edizione dello Slalom di Castell’Umberto. Due i temi principali della vigilia: un elenco iscritti che presuppone grandi equilibri  e l’instabilità meteo che suggerisce a piloti e team nuove strategie. Sulla base di questi elementi si prevede una gara avvincente impreziosita dalla bellezza del territorio in cui Castell’Umberto risulta una delle tante meraviglie dei Nebrodi. 

La gara messinese sarà valida per il Campionato Siciliano Slalom, come undicesimo round e per il Campionato sociale dell’Automobile Club Messina.

A proposito degli iscritti, sono stati proprio i messinesi ed in particolare i piloti della Tm Racing e della Nebrosport a rispondere in massa all’invito di Passione & Sport, nel dimostrare  ancora una volta il forte attaccamento al territorio e consentire di raggiungere la quota 70.

Michele Vecchio, nella doppia vesta di organizzatore e direttore di gara  ha commentato: ”considerando un calendario serratissimo che prevede quasi uno slalom alla settimana siamo soddisfatti delle adesioni ricevute. Adesso ci concentriamo sul fattore sicurezza che per questa gara prevede ancora la chiusura al pubblico. Per altro, il mio staff e io, siamo pronti a far fronte a qualsiasi eventualità, come la possibilità delle avversità meteo che sembra possano sopraggiungere nella giornata di domenica”.

Proprio l’incognita meteo renderà le sfide ancora più aperte, dando via libera alle possibili sorprese con successi impensabili di vetture belle e performanti ma non pronosticabili fra le vincenti.

E’ comunque ipotizzabile la sfida al vertice fra tra due esperti piloti messinesi come Giovanni Greco e  Santi Leo entrambi su Radical SR4 il primo su una 1600, l’altro sulla 1400. A darsi battaglia in E1 Italia saranno fra gli altri Giuseppe Messina con la Renault Clio Cup, Maurizio Agostino su Lancia, Salvatore Sinagra con la Peugeot 106 Rally e Giuseppe Monastra con la 205 della casa del leone.

Le quote rosa sono una certezza di competizione con Katia Di Dio al volante della Fiat 127 di Gruppo P e Angelica Giamboi con la Fiat X 1/9 di gruppo S. Con l’identica vettura della “casa di Torino” Alfredo Giamboi, sara sicuramente fra i protagonisti della classifica assoluta. Sempre in gruppo Speciale Pietro Costantino, altro pilota di zona esperto e competitivo con la Renault 5 Gt Turbo, il nisseno  Alfio Laudani con la Panda della Catania Corse e ancora un  “Giamboi”… Claudio su Fiat 127.

In gruppo A 1600 spiccano  le presenze di Domenico Gangemi con la Peugeot 208 e di  Matteo Salpietro su Citroen  Saxò. Nella 1400 sempre di gruppo A ci sarà lo scalatore Alessio Truscello sempre incisivo con la Peugeot 106 Rally, sempre in evidenza. Tra i giovanissimi Giuseppe Giamboi e Michele Radici con le Renault Clio di gruppo N 2000, Samuel Manera con la “piccola” Peugeot 106 di 1150 pure di gruppo N e Alessio Pandolfino, al via in gruppo Rs con la Peugeot 206 2000 della Phoenix.

La manifestazione entrerà nel vivo domani alle ore 15.30 con la distribuzione degli accrediti a piloti, team e addetti ai lavori secondo le disposizioni anti covid che non prevedono ancora l’accesso del pubblico.

Domenica 18 alle ore 9.00 la partenza della prima vettura per la prima manche dal Km 49.430 della SP 116 con arrivo alle porte di Castell’Umberto. A seguire le altre due manche. Il punteggio migliore ottenuto su una delle tre stabilirà la classifica dei protagonisti.

Castell’Umberto attende i protagonisti del secondo Slalom

Castell’Umberto attende i protagonisti del secondo Slalom

Il comune nebroideo è pronto ad ospitare l’undicesima prova del Campionato Siciliano. Attese sfide vibranti in tante categorie

Lo Slalom di Castell’Umberto è alle porte: si profila una seconda edizione ricca di agonismo e tanto più accattivante. Se l’esordio del 2019 era stato subito  un successo dal punto di vista organizzativo e della partecipazione, dopo un anno di sospensione, dovuto alle restrizioni causate dalla pandemia, l’attesa ha certamente accresciuto la voglia di rivedere sui Nebrodi l’acceso confronto tra i birilli. Domenica si correrà in questa “magica” location per il Campionato Siciliano e per il Campionato sociale dell’Automobile Club Messina.

Mentre lo staff organizzativo di Passione & Sport, attivissima associazione nissena, sta definendo gli ultimi particolari organizzativi proseguendo in sinergia con l’amministrazione  locale, si fanno i primi nomi sui possibili protagonisti della gara alla quale si può ancora aderire fino alla mezzanotte di stasera. Poi si dovrà attendere l’approvazione dell’elenco e prepararsi a godere le sfide che  movimenteranno  le graduatorie di campionato ferme all’ultimo round disputato, il decimo in cui a prevalere è stato Girolamo Ingardia davanti a Giuseppe Giametta. E’ ipotizzabile che sui Nebrodi si rinnovi la rivalità fra i due “mazzaresi“, con il primo che quest’anno è riuscito nell’impresa di primeggiare con tre vetture diverse e il secondo che nello scorso fine settimana ha fatto una “incursione” alle prove della cronoscalata Giarre – Milo spiccando tempi eccellenti.

Saranno comunque tanti a Castell’Umberto i protagonisti del campionati 2021 che vede al momento fra le dame il predominio della messinese Angelica Giamboi, fra gli under quello dell’ericino Michele Poma e per quanto riguarda le Scuderie il duello sempre aperto fra la TM Racing e  la Trapani Corse.

Nel frattempo sono stati effettuati gli ultimi controlli sul percorso che sarà sede dello slalom dal Km 49.430 della SP 116 fino alle porte dell’abitato. Sui punti nodali sono state previste  12 postazioni di rallentamento.

L’apertura del centro accrediti è in programma sabato 17 luglio alle ore 15.30 presso Piazza IV Novembre antistante il palazzo comunale. La gara prenderà il via alle ore 9.00 sotto la direzione dell’esperto nisseno Michele Vecchio. Tre le manche al meglio delle quali sarà stilata la classifica finale.

Ph. M.Marino

Aperte le iscrizioni al 2° Slalom di Castell’Umberto

Aperte le iscrizioni al 2° Slalom di Castell’Umberto

Con l’approvazione  del regolamento particolare di gara, si è aperta la fase di avvicinamento alla seconda edizione della gara messinese organizzata da Passione & Sport in programma il 17 e 18 luglio.

Il 2° Slalom di Castell’Umberto da oggi è “ufficialmente” realtà. Dopo l’anno di sospensione dovuto alle restrizioni causate dalla pandemia, si tornerà a correre tra i birilli nella “magica” location dei Nebrodi. Programmato da tempo con validità di Campionato Siciliano e di Campionato sociale dell’Automobile Club Messina, lo Slalom è entrato nella fase operativa in cui lo staff organizzativo  Passione & Sport, attivissima ASD di Caltanissetta,  unirà le forze in campo, per la migliore riuscita della manifestazione che, in occasione della edizione di esordio, ha avuto ottimi riscontri.

Alto l’interesse, ora come allora, da parte dell’amministrazione locale con il primo cittadino di Castell’ Umberto Vincenzo Lionetto Civa che ha dimostrato grande disponibilità, così come l’Assessore Stefano Pruiti, per una collaborazione proficua. Impegno fattivo immediato della Nebrodi Sport con Fabrizio Costantino e Antonio Monastra già all’ opera da tempo controllare e adeguare il tracciato.

Confermata la partnership con Sicilpetroli che è main sponsor di Passione & Sport per l’intera stagione 2021.

Il percorso di gara ricalcherà quello del 2019 con partenza dal Km 49.430 della SP 116 e arrivo alle porte di Castell’Umberto. Sono previste 12 postazioni di rallentamento inserite là dove la pista che presenta tre spettacolari tornanti si fa molto veloce.

L’apertura del centro accrediti è prevista sabato 17 luglio alle ore 15.30 presso Piazza IV Novembre antistante il palazzo comunale. La gara sotto la direzione dell’esperto nisseno Michele Vecchio, si disputerà su tre manche al meglio delle quali sarà stilata la classifica assoluta e di classe. La partenza della prima auto è prevista per le ore 9.00

La prima edizione dello Slalom di Castell’Umberto nel 2019 fu vinta da Michele Puglisi, a cui bastarono le sole due prime manche per ottenere il miglior successo, grazie alla sua potente Radical Pro Sport 1600, secondo si classificò il giovane calabrese Gaetano Rechichi al volante della Ermolli Suzuki e terzo Giuseppe Bellini sulla piccola Ghipard Jodi 1150.

Ingardia  svetta a Quota 1000

Ingardia svetta a Quota 1000

Combattutissime le tre manche della 3° edizione dello Slalom etneo, al meglio degli quali il pilota trapanese si è imposto di un soffio al catanese Puglisi e all’altro trapanese Giametta. Elogio da parte delegato Aci Sport Daniele Settimo per la sinergia organizzativa.

Girolamo Ingardia al volante della Gloria B5 EVO 1150 ha vinto il terzo Slalom Quota 1000, gara valida per la coppa Aci sport di 5° zona e per il Campionato Siciliano. Il pilota mazarese della Trapani Corse ha stabilito il miglior punteggio assoluto di 111,09 nell’ultima manche. Alle sue spalle è risultato secondo con 111.24 il giarrese Michele Puglisi con la sua Radical SR4 1600. Terza piazza per il marsalese Giuseppe Giametta della TM Racing sulla versione B4 della Formula Gloria. Assegnato al vincitore Ingardia anche il premio “Ciccio Giuffrida”.

Alla gara etnea ha presenziato il Delegato/Fiduciario Daniele Settimo, il quale ha tenuto ha sottolineare lo sforzo organizzativo dello Staff di Passione & Sport e la grande disponibilità della pubblica amministrazione:  “La collaborazione fra gli organizzatori, il Sindaco di Linguaglossa e l’Assessorato allo Sport hanno dato un ottimo risultato. La Sicilia è la seconda regione per numero di licenziati e siamo primi come numero di gare ben 156, questa odierna è in evidente crescita. Manifestazioni di questo tipo fanno bene al nostro sport”.

Il primo cittadino dell’accogliente paese etneo ha dichiarato: “ siamo soddisfattissimi di questa sinergia e le parole del Delegato  ci fanno ben sperare per il futuro della manifestazione, non vediamo l’ora di tornare protagonisti con la cronoscalata Linguaglossa – Piano Provenzana.

Ingardia sul podio ha dichiarato. “ E’ stata una bella gara tirata fino all’ultimo. Ho vinto è allungato in campionato con una macchina non mia e quindi sono ancora più contento.

Il secondo, Puglisi ha commentato: “ era doveroso prendere parte alla gara che considero di casa, anche se per me è stata più una gara test in vista della prossima di Campionato Italiano, comunque una bella competizione su tutti i punti di vista.

Giametta giunto terzo ha detto:” peccato perché avrei potuto, inserirmi nella lotta al vertice ma sin dalla prima manche ho lamentato problemi alla catena che mi  hanno sicuramente rallentato, ma va bene abbiamo comunque raccolti punti in campionato.

Ai piedi del podio il siracusano Antonio Lastrina con la Radical 1600 in versione Prosport. Ha chiuso la Top Five  ancora un siracusano  Fabio Lenares su Proto Lenares.

Appassionante il duello con  le vetture di E1 fra Giuseppe Messina e Angelo Guzzetta: l’ha spuntata il primo con la Renault Clia RS Cup 2000. Menzione particolare in gruppo E1 per il pilota di Linguaglossa Rosario Alessi. 

Belle vittorie in gruppo S dei messinesi di Novara di Sicilia Alfredo Giamboi su Fiat X 1/9 e sua figlia Angelica che con l’identica vettura ha vinto il Trofeo femminile.

Mario Radici, messinese di Sinagra  su Renault Clio Williams ha fatto en-plein in gruppo N vincendo tutte e tre le manche.

Guizzo vincente in gruppo Racing Start plus del catanese di Nicolosi Danilo Angelo Russo su Peugeot 106 Rally

Appuntamento a Linguaglossa con la Cronoscalata, organizzata ugualmente da Passione & Sport a fine agosto

CLASSIFICA 3° SLALOM QUOTA 1000: 1 Girolamo Ingardia ( Gloria B 5 Evo Suzuki) pt 111,09; 2 Michele Puglisi (Radical SR 4) 111,24; 3 Giuseppe Giametta (Gloria B4) 113.68; 4 Antonio Lastrina ( Radical) 114.06; 5 Fabio Lenares ( Proto Lenares) 118.06